Sono delle belle giornate queste, nonostante il tempo non proprio buono e non proprio caldo molto fuori stagione (posto che ancora esistano…). Sono belle giornate di nuove facce, di cose interessanti da imparare e di contesti differenti. Sento che le cose prendono la piega giusta e sperimento, ancora una volta, che l’ insistere e il non abbattersi consegnano puntuali i loro risultati. Certo non canto vittoria, si tratta solo dell’ inizio e sono sicura che collezionerò qualche delusione e che mi si atteccheranno addosso nuove difficoltà. Eppure oggi mi sento bene perchè realizzo quanto bene faccia e quanto forte ti renda REAGIRE. I giorni scorsi altalenavo tra belle sensazioni e momenti di completo smarrimento. Devo ammetterlo: ho dubitato di me stessa, ho temuto di lasciarmi invadere dalla “timidezza” nel sentirmi straniera e scoraggiata senza riuscire ad imporre la mia testa dura. Sembra un’idiozia ma è come sentirsi svuotati del proprio carattere e della propria personalità. Ho dubitato, ho pensato di essermi persa chissà dove. Ho fatto male…a dubitare: perchè in realtà c’ero anche in quei momenti e stavo predisponendo ogni cosa per la reazione. Ed eccomi qui felice come se avessi vinto una partita a tennis contro ogni pronostico. Bentornata, mi dico, ed ora visto che ci sei vediamo di combinare belle cose. Posso cambiare casa, posso cambiare città, lavoro, amici, vestiti, tenore di vita….ma so che io ci sono sempre e su questo posso contare e su questo devo puntare.

 Sono rientrata a casa con un bel mazzo di fiori, regalo dei miei amici L, R e la piccola M che domani ripartono dopo una settimana parisienne. Abbiamo cenato insieme e ci siamo raccontati tanto, come del resto abbiamo fatto sempre in questi giorni. E’ bello ritrovarsi anche altrove; forse i saluti, gli abbracci e gli incontri diventano più speciali. E’ bello sapere che qualcuno sarà sempre felice di rivedermi quando torno a casa e che avrà voglia di venire a trovarmi, ovunque io sia. E’ meno bello che alcuni rapporti non reggeranno alla distanza, rivelando una debolezza nel legame. Del resto l’amicizia non è tale fino a che non viene messa alla prova, come una sorta di crash test; e per una come me è molto più importante scoprire come stanno le cose piuttosto che lasciare che vadano spinte da una corrente favorevole.

 Sto facendo uno stage con un regista molto bravo e queste giornate di lavoro diverso mi regalano nuovi spunti, nuove conoscenze e anche nuove consapevolezze. Sto facendo il pieno di bellezza perchè quando le persone hanno storie da raccontare ed esperienze da regalare sono stupende.

Sto bene per come riesco a non lasciarmi intaccare dai problemi: ogni volta che ne sorge uno non gli do troppa importanza e mi sa che faccio bene visto che poi in qualche modo rientra da sè senza che io mi sia stressata per nulla. Sto bene perchè sono innamorata. Sto bene perchè ogni cosa che vivo è come la desidero.

Che palle di post che ho scritto…..ma in questa notte frizzante, piena di gente per le strade, nel mio nuovo delizioso appartamento mi sento così in pace che farei invidia al dalai lama.

In questo momento avrei voglia di augurare buona notte a mia mamma (in vacanza in Egitto per un mese, la signora….🙂 ) , di scambiare quattro cazzate con i miei fratelli, di abbracciare Lucia. Devo aspettare ancora un pò ma prima di addormentarmi penserò a tutto questo.

Ecco è già l’una ed io come al solito anzichè filare dritta a letto sto a scrivere del niente sapendo che domani svegliarsi sarà dura visto la giornata intensa che mi aspetta. Questo è quanto, passo e chiudo.