Cercando e visitando case a Parigi scopo affitto mi è capitato di vedere cose che voi umani…..ecc ecc. Che il bidet sia considerato un oggetto superfluo è fatto noto a tutti.

E’ quasi impossibile trovare un appartamento a Parigi che abbia il suddetto sanitario a meno che non si tratti di case iper costose oppure molto vecchie (prima si lavavano…poi hanno smesso, evidentemente). Ho notato che la logistica nella disposizione delle stanze ha sempre in serbo qualche sorpresa. Ad esempio è frequentissimo trovare il bagno in cucina nel senso che vi i può accedere da tale ambiente. Disposizione decisamente audace se si pensa al profumo della cena sul fuoco che si mischia a quello del bagnoschiuma di chi sta nella doccia. E non aggiungo altro. Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Effettivamente la saille de bain è uno degli ambienti che mi inquietano maggiormente. Chiaramente se si vuole stare in zone centrali della bellissima città il metraggio della casa è limitato ma sfruttato molto bene e al massimo. Noto che si riparmia spesso sulla grandezza del bagno e la cosa più assurda che ho visto tempo fa è stato un lavandino sistemato dentro la doccia. Praticamente per lavarti i denti in quell’ appartamento devi metterti sul piatto doccia. Il bello è che ti mostrano queste oscenità così, in simpatia…come se fosse regolare mentre ti viene da chiedergli ‘ma mi stai prendendo per il culo?’

Spessissimo il wc non è compreso nella sala da bagno nel senso che viene relegato in uno stanzino minuscolo detto anche ‘cagatoio’. Ammetto però che questo possa avere anche una teoria giusta e interessante: separare certi affari sporchi dallo spazio adibito alla cura del corpo sembra una giusta intuizione.

Un’ altra stranezza è che la lavatrice viene sistemata un pò dove capita. Inizio a sospettare che per loro possa racchiudere anche un certo valore estetico da esibire come, che so, un tavolino basso. L’ altra sera guardavo le foto di una casa molto intressante, molto chic, quasi allettante….fino a che non ho aperto la foto relativa al sejour e che cosa noto? Accanto al divano la lavatrice!! Mah. Senza parole.

Gli appartamenti francesi pullulano di piastre elettriche, forno a microonde, fornetti, lavastoviglie, tostapane e qualsiasi altra cosa che si possa attaccare ad una spina. Qui l’ energia elettrica ha un costo molto basso per via del nucleare….e ça va! Una cosa molto positiva è che non esistono funi per stendere il bucato….Nessuno qui stende il bucato perchè tutti hanno la séchage. Io detesto vedere i panni stesi nelle città!

La leggenda metropolitana che vuole i francesi un pò caddozzi non è una leggenda metropolitana. Diciamo che hanno un’ idea del pulito che si allontana molto dal vero concetto del pulito. Ma le mani! Ahhhhhhh….Ho visto donne con i capelli appena lavati dieci giorni fa, vestite davvero con la prima cosa che hanno pescato non dall’ armadio ma dalla cesta del bucato sporco con manicure splendide, perfette. Capita anche di vedere in metropolitana uomini in abito quindi eleganti che poi si siedono e rivelano sotto ai pantaloni calzette corte rosse e con le immagini di topolino. Sono così, sono speciali. Sono francesi.